Logo ClupViaggi S.r.l.

I Luoghi

Garden Route
La Garden Route è il tratto di costa che collega george a Plettenberg Bay sulla costa orientale della Provincia del Capo. E’ una sottile fascia costiera dal clima mite, delimitata nell’entroterra da una serie di rilievi montuosi piuttosto scoscesi e coperti da una ftta vegetazione di alberi ad alto fusto. Le spiagge presentano ampie dune sabbiose ammantate dal fynbos, la vegetazione a macchia tipica del Capo, che in primavera risplende dei colori della fioritura,  ed alle loro spalle sorgono numerosi laghi e lagune di acqua dolce che ospitano una ricca avifauna. Le acque sono popolate da un’abbondante fauna marina, in particolare delfini e, da Luglio a Novembre, balene che nell’inverno australe si recano in acque più calde per partorire ed allattare i piccoli.

Kwa-Zulu Natal
E’ costituito dagli spettacolari paesaggi montani della catena dei Drakensberg che raggiunge anche i 3500 metri di altitudine; le vastissime spiagge di sabbia bianca, bagnate dalle calde acque dell’oceano indiano, ideali per il surf, che in prossimità del Mozambico sono impreziosite da dune di sabbia, lagune e laghetti d’acqua dolce ed estuari, coperti da una fitta vegetazione di mangrovie; i parchi e le riserve naturali ricche di animali (eccellente lo Hluhluwe-Umfolozi Park); la locale cultura zulu, una delle più caratteristiche del Sudafrica.

Durban
Il 25 Dicembre 1497, il navigatore portoghese vasco da gama approdò in un porto naturale sull’oceano indiano lungo la costa africana. avendo scoperto questa zona nel giorno di Natale, chiamò la costa “Natal” ed il porto naturale “Rio De Natal”, divenuto successivamente Port-Natal. Di seguito nel 1823, Henry Fynn, un commerciante britannico, ottenne del re zulu Shaka l’autorizzazione a stabilire un porto commerciale permanente e dopo circa 12 anni Port Natal venne ribattezzato con il nome “Durban”, in onore del governatore della Colonia del Capo Sir Benjamin d’Urban. Oggi è uno dei più importanti porti d’ Africa e vanta la presenza della più vasta comunità indiana residente in Sudafrica; non a caso qui dal 1893 al 1914 visse il premio Nobel Mahatma Gandhi, che a quell’ epoca era impegnato nel movimento dei diritti civili in Sudafrica.

Zululand
Nella regione dello Zululand, un’ area ricca di verdi colline, praterie e boschi, giace un terreno imbevuto con la forza della nazione Zulu che ha combattuto per questa terra. E’ un territorio ricco dal punto di vista naturalistico, poiché ospita al suo interno i Parchi Hluhluwe-Umfolozi, la Riserva di Itala, la Riserva di Pongola, la riserva di Phinda, Richard’s Bay, Tembe Elephant Park, Ubizane e tantissime altre ancora. Ma è anche ricco di simbolismo e tradizione poiché l’ antica cultura Zulu è rimasta intatta ed i visitatori possono entrare nel cuore dei villaggi Zulu come quello di Shakaland e di Dumazulu : qui si può visitare un sangoma, che nella cultura tradizionale dei popoli discendenti dagli Nguni e quindi anche per gli Zulu, costituisce la figura dello sciamano, oppure assistere ad una cerimonia nuziale.

Riserve e parchi 
Hluhluwe-Umfolozi

Si tratta di due differenti riserve, collegate da un corridoio che, di fatto, ha creato un’unica area protetta. il terreno collinoso si alterna a zone pianeggianti dove scorrono i fumi; molto fitta la vegetazione che nella stagione delle piogge può rendere più difficoltosi, anche se forse più affascinanti e sorprendenti, gli avvistamenti di animali. Abbondante la fauna tra cui spicca il rinoceronte bianco, oggetto di uno specifico programma di protezione.

iSimangaliso Wetland Park
E’ uno straordinario mix di 20 ecosistemi che vanno dalle paludi di mangrovie alle praterie, dalla macchia alla barriera corallina più meridionale del mondo, dove si possono trovare circa 420 specie di uccelli stanziali e migratori, tra cui fenicotteri, anatre, platalea, ibis, oltre a più d6.000 pellicani che vivono permanentemente a nord del lago St. Lucia. in questo parco si possono ammirare anche i sempre inquietanti coccodrilli e gli apparentemente mansueti, in vero assai aggressivi e pericolosi, ippopotami. Tra dicembre e gennaio, lungo le spiagge locali, c’è inoltre la deposizione delle uova delle tartarughe.
Il parco si presta ad un’infinità di attività che hanno come perno il mare: non si tratta tuttavia di un soggiorno consigliato agli amanti della classica combinazione spiaggia - sole, ma piuttosto è adatto a chi intenda una sosta al mare come un momento attivo e stimolante, da dedicare alla vita all’aria aperta. Tra le attività a disposizione: safari, whale watching, escursioni in barca o in canoa, pesca e molto altro ancora.

La regione del Mpumalanga
In lingua Ndebele significa "il luogo da cui nasce il sole". Incastonata tra paesaggi montani, ospita la Panorama Route : lo spettacolare insieme di strade che da Graskop raggiunge il Blyde River Canyon, il terzo al mondo per grandezza e l’ unico ad essere ricoperto dal verde della vegetazione. Inoltre qui si trova la meravigliosa finestra naturale God’s Window, affacciata nel punto in cui il Canyon scende a strapiombo per 1000 metri. Inoltre Pilgrim’s Rest, vecchio centro minerario ora diventato città storica, i fiumi Blyde e Sabie, per fare rafting e discese a corda, i Bourckes Luck Photoles, grandi formazioni rocciose circolari realizzate dalla naturale erosione dell’ acqua dei fumi, oltre ad una serie di piccole ed suggestive cascate.

The Northern Cape
E’ la Provincia posta a nord di Cape Town, un’area molto vasta, poco popolata e spesso selvaggia, ricca di attrattive naturalistiche. Il semiarido Namaqualand nel corso dell’inverno australe si incendia con i colori delle piante e degli arbusti in fore che ingentiliscono un paesaggio aspro e talvolta quasi lunare. Nei pressi del confine con la Namibia le possenti cascate di Augrabies offrono una vista spetta-colare e sono immerse in un contesto paesaggistico di grande fascino, una distesa di rocce laviche scagliate nel deserto da immani forze. Ed infine l’immenso Kalahari racchiuso nel Kgalagadi Transfrontiers Park. Dune di sabbia rossa svaniscono nell’infinito, branchi di orici, spingbok, eland e gnu seguono il corso di fiumi effimeri, l’ombra delle imponenti acacie offre riparo dal sole implacabile all’omonimo leone dalla criniera nera, leopardi e numerosi rapaci :questo è il Kgalagadi Park, parco transnazionale tra Sudafrica, Namibia e Botswana che si estende su una superficie di 36.000 chilometri quadrati.  Grazie alla presenza del fiume Orange ed alle piogge invernali che alimentano le falde acquifere sotterranee il Kalahari è un deserto che vive (il "green Kalahari") e più che deserto in senso stretto si può parlare di un’area semi-desertica dove ad immense distese di sabbia rossastra si accompagnano ampissimi tratti di savana semiarida dove sono presenti una vegetazione rada ma diffusa ed una ricca fauna al cui vertice troneggia il leone del Kalahari, dalla criniera fulva e le dimensioni imponenti. Da non dimenticare i suricati, graziosi animaletti simili a manguste (immortalati nella fortunata serie televisiva Casa Meerkat), il feroce ed ostinato tasso del miele ed il pangolino. Molto ricca l’avifauna con oltre trecento specie di cui un centinaio circa residenti.

Swaziland
Curioso regno montano caratterizzato da un’atmosfera tranquilla, suggestivi paesaggi, un artigianato di ottimo livello e parchi e riserve degni di nota. Normalmente vi si dedica un solo pernottamento nel corso del trasferimento dal Kruger verso il verso il Kwa-Zulu Natal e viceversa, tuttavia il Paese meriterebbe una sosta più prolungata.

LifeGate Trees
Non perderti i prossimi viaggi!
Segui le nostre proposte iscrivendoti alla newsletter


Guarda gli ultimi invii


  E-mail:*
  
  Nome:*
  
  Cognome:*
  
  Regione:*
  
Trattamento dei dati personali
    Confermado l’iscrizione da il consenso esplicito per ricevere comunicazioni di marketing da ClupViaggi S.r.l.. Questa autorizzazione è valida per l’invio via e-mail, newsletter, di comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su prodotti o servizi offerti dal Titolare e rilevazione del grado di soddisfazione sulla qualità dei servizi. È possibile annullare l’iscrizione in qualsiasi momento utilizzando il link incluso in ogni e-mail o tramite il sito www.clupviaggi.it cliccando sul link RIMUOVETE IL MIO INDIRIZZO.
    ClupViaggi in qualitá di titolare del trattamento, La informa ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 30.6.2003 n. 196 e dell’art. 13 Regolamento UE n. 2016/679 che i Suoi dati saranno trattati con le modalità previste (art. 23 e 130 Codice Privacy e art. 7 GDPR). Per maggiori dettagli leggere l’informativa sulla privacy
Ho preso visione ed acconsento al trattamento dei miei dati personali


  E-mail da rimuovere:*