Questa proposta di viaggio può essere personalizzata, in base alla tua disponibilità di tempo e in base ai tuoi interessi
Contattateci
Chiedete un preventivo
I viaggi nelle  Regioni Himalayane


Nelle Valli dell’Himalaya: dall’Himachal Pradesh al Ladakh

15 giorni - 14 notti
Delhi / Chandigarh / Dharamsala / Mandi / Manali / Keylong / Tso Moriri/ Leh / Uley Topkpo / Leh / Delhi
Gli inglesi amavano cercare il fresco nelle valli dell’Himachal Pradesh durante i torridi mesi estivi: queste stesse valli ospitano ora comunità tibetane in esilio e piccoli villaggi tradizionali che ben si armonizzano con alcuni retaggi dell’architettura coloniale. Si attraversano alture coperte di pini, campi coltivati anche in alta montagna, villaggi con case di pietra e legno, torrenti impetuosi che scendono dall’Himalaya, fino a superare alcuni dei passi più alti del mondo ed arrivare nei paesaggi lunari del Ladakh, con i molti monasteri nascosti fra i monti. Gran parte del fascino di questo itinerario è costituito dai paesaggi mozzafiato, dai colori delle montagne che cambiano in continuazione, lasciandoci letteralmente sbigottiti.
E’ un viaggio abbastanza impegnativo che va affrontato con un buon spirito di adattamento: l’itinerario si svolge principalmente su strade di montagna dove la velocità é molto limitata e gli imprevisti (lunghe colonne di trasporti militari, frane e smottamenti) sono sempre in agguato. L’altitudine, (si superano i 5000 metri del passo Tanglangla), può creare qualche problema di acclimatazione. Si dorme nei migliori alberghi e disponibili, alcuni comunque di standard piuttosto modesto, dove acqua calda ed elettricità vengono fornite solo in alcune ore del giorno; sono previste due notti in campi con tende attrezzate con lettini e servizi igienici in comune, (molto spartano a Sarchu, confortevole a Ulay Topkpo). Sono consigliati il sacco lenzuolo e un abbigliamento adatto a sopportare anche temperature rigide. Il viaggio può essere effettuato solo fra maggio a settembre, in agosto i monsoni possono creare qualche problema sulle strade da Manali verso il Ladakh.
Tipo di viaggio: individuale, partenze giornaliere
Costo per persona: prezzi su richiesta
Validità tariffa: tour effettuabile solo in estate


1° Delhi
Arrivo a Delhi, trasferimento in albergo, sistemazione e pernottamento.

2° Delhi - Chandigarh – Dharamsala (Mcleodgangji)
Partenza con treno rapido (tre ore di viaggio) per Chandigarh, la città progettata da Le Corbusier all’indomani dell’indipendenza dell’India. Proseguimento per Dharamsala, nell’Himachal Pradesh, la città indiana che ospita, nel sobborgo di Mcleodgangji, il governo tibetano in esilio. Sistemazione, se disponibile, in guesthouse a Mcleodgangji, all’interno del monastero di Norbulingka, a breve distanza dalla cittadina, o a Dharamsala.

3° Dharamsala
Visita del monastero di Norbulingka e delle attività dell’Istituto dedicato alla conservazione della cultura tibetana, che ospita un centro per l’insegnamento delle arti (pittura sacra, tessitura, intaglio del legno), l’Accademia, dove viene insegnata la cultura tibetana e un museo. Visita di Mcleodgangji, del tempio di Namgyal e del Museo che racconta, attraverso immagini e filmati, la storia del Tibet.

4° Dharamsala - Mandi
Visita alla comunità tibetana di Bir e al monastero di Tashijong, noto per la produzione di tappeti e pitture sacre su stoffa (thangka). Proseguimento per Mandi, importante crocevia sull’antica rotta del sale verso il Tibet, porta di ingresso per la Valle di Kulu. Costruita sulle rive del fiume Beas, la cittadina conserva un antico palazzo del 17° secolo e numerosi templi. Breve escursione al lago Riwalsar, sulle cui sponde sorge un tempio sikh costruito accanto a un tempio indu e a un monastero buddhista, edificati per ricordare il decimo Guru Sikh, che cercò di organizzare la rivolta dei sovrani locali contro l’imperatore Moghul Aurangzeb.

5° Mandi - Manali
Proseguimento del viaggio lungo la stretta e spettacolare valle del fiume Beas per arrivare nella verde valle di Kulu, con le risaie terrazzate e gli alberi di mele. Lungo il percorso possibilità di sosta a Naggar per visitare il museo e la casa di Nicholas Roerich, dove vengono conservate opere del controverso artista, esploratore e pacifista russo, che visse in questa valle dal 1928 alla sua morte, nel 1947. Proseguimento per Manali e visita della parte più antica della città con le case tradizionali in legno e pietra. Visita al tempio di Devi Hadimba, anch’esso costruito in legno e finemente intagliato. Manali si trova a poco più di duemila metri di altitudine, ospita un gran numero di sadhu e yogi che trovano qui l’atmosfera più favorevole per le loro meditazioni.

6° Manali - Rothang - Keylong
Partenza per il valico di Rothang, situato a 3978 metri, che segna il passaggio dai paesaggi verdeggianti e dalla cultura indo-ariana dell’Himachal Pradesh alle steppe, alle montagne aride e alla cultura buddhista e tibetana del Ladakh. Proseguimento per Keylong, cittadina principale del distretto di Lahul-Spiti, con alcuni piccoli monasteri.

7° Keylong - Tso Moriri
Lunga giornata di trasferimento attraverso alcuni degli scenari più spettacolari dell’itinerario, con vallate e montagne dai colori cangianti, superando i due passi di Bara Cha La (4897 metri) e Lachulung La (5060 metri). Pernottamento in campo tendato/piccolo resort sulle sponde del lago Tso  Moriri,  a 4552 metri di altitudine,  circondato dalle cime himalayane.

8° Tso Moriri - Leh
Il viaggio proseguela lungo la  Trans-Himalayana che costeggia il fiume Indo in un fantastico paesaggio d'alta quota; lungo il percorso sosta presso i tipici villaggi himalayani immersi in una atmosfera d'altri tempi. Si continua ancora, fino ad arrivare a Leh.

9° Leh
Giornata a disposizione per acclimatarsi all’altitudine; è possibile passeggiare nelle strade della città e sostare nei numerosi bazar e negozi. Si consiglia un’escursioneal tramonto allo Shanti Stupa, costruito da una comunità giapponese buddhista nel 1985 sulla sommità della collina da cui si domina la città.

10° Leh - Shey - Thikse - Leh
Partenza per Shey, la prima capitale del Ladakh, dove si trovano i resti del Palazzo Reale, che ospita la più grande statua del Buddha Maitreja, il Buddha dell’avvenire. Proseguimento per Thikse, uno dei maggiori monasteri del Ladakh, fondato nel 14° secolo.

11° Leh - Hemis - Stakna - Leh
Si continua la visita della regione con i monasteri che sorgono nella valle dell’Indo, seguendo percorsi attraverso paesaggi unici al mondo. Visita di Hemis, forse il più importante della regione, noto per il festival religioso nel corso del quale si celebra con danze, musiche e costumi tradizionali la vittoria del buddhismo sulle dottrine preesistenti. Proseguimento per Stakna, fondato nel 17° secolo e costruito sulla sommità di un’altura rocciosa.

12° Leh - Lamayuru - Uley Topkpo
Partenza per Lamayuru, con lo splendido complesso monastico edificato nel XI secolo e sede dell’ordine dei berretti rossi. Proseguimento fino ad Uley Topkpo, sistemazione in tenda in resort nei pressi delle rive del fiume Indo.

13° Uley Topkpo - Likir - Rizong - Alchi - Leh
La giornata è dedicata alla visita dei monasteri di Likir, dell’ordine dei berretti gialli, con una enorme statua dorata del Buddha dell’avvenire e importanti collezioni di thangka, dipinti e tessuti sacri che vengono esposti nei monasteri, alcuni solo in occasione delle celebrazioni più importanti. Proseguimento per Rizong, anch’esso dell’ordine dei berretti gialli, da cui si può ammirare la splendida vista dei monti circostanti e che racchiude collezioni di statue di Buddha. Visita del monastero di Alchi, uno dei centri buddhisti più importanti del Ladakh. A differenza di tutti gli altri monasteri, sorge in piano e non sulla sommità di un’altura, ben protetto dal mondo esterno da una cinta muraria da un lato e dal fiume Indo dall’altro. Racchiude cinque diversi templi costruiti in legno e argilla nel XI secolo, affrescati all’interno.

14° Leh - Delhi
Partenza in aereo per Delhi; sistemazione in albergo.

15° Delhi - destinazione successiva
Trasferimento in aeroporto o proseguimento per altra destinazione.

Estensione nella Valle di Nubra
3 giorni - 2 notti

L’itinerario può essere ampliato per visitare la Valle di Nubra. Si raggiunge da Leh attraverso il passo Kardung La, la strada più alta del mondo (più di 5000 m!), da cui si possono vedere le vette imponenti del Karakorum. Si scende di nuovo fino a circa 3300 m.
La valle è caratterizzata da un paesaggio desertico,con sabbia e dune chiarissime, quasi bianche, che si intonano in modo stupendo alle cime innovate che la circondano e percorsa dai cammelli.
Facendo base a Sumur (pernottamento in campo tendato), si visitano monasteri, tra cui quello di Diskit, arroccato su un monte e si passeggia fra le dune di sabbia.
Nota: questa estensione ha una durata di tre giorni con partenza da Leh, dove è necessario prevedere il tempo previsto per il rilascio del permesso di accesso alla valle.



Stampa viaggio